Rinvenute 5 cartucce lungo la strada 32 in territorio di Cianciana. Intimidita la ditta o il Comune? La ferma condanna del sindaco Francesco Martorana

“Quello che ho appreso dalla stampa è una notizia grave che spero gli organi inquirenti possano fare subito piena luce”.
Il sindaco di Cianciana, Francesco Martorana, nell’ esprimere a nome di tutta l’ amministrazione comunale e della maggioranza in Consiglio comunale, il proprio sdegno e ferma condanna per il ritrovamento di cinque cartucce lungo la strada 32 di proprietà proprio del comune ciancianese, confida nelle forze dell’ordine, per ridare serenità a tutta la comunità. La strada in questione collega Cianciana con Ribera ed i lavori per l’ ammodernamento sono stati consegnati da qualche giorno dopo regolare gara d’appalto. La ditta che si è aggiudicata l’opera non ha ancora cominciato i lavori e proprio per questo motivo non si capisce se “l’ avvertimento” è rivolto al Comune oppure alla ditta.
“Indipendentemente da tutto – continua il primo cittadino ciancianese – rimane un atto gravissimo, ma al contempo dico ai responsabili che non abbiamo nessuna paura, agiremo sempre nel pieno rispetto delle leggi e delle regole. Da ormai quasi sei anni sono a capo dell’ amministrazione comunale e, in tutto questo tempo mi sono sempre battuto per la legalità. Abbiamo piena fiducia nei carabinieri e nella magistratura a cui ci affidiamo affinché possano venire a capo di questo grave fatto. Infine, un pensiero anche per la ditta che dovrà svolgere i lavori, ossia di operare nella piena tranquillità perché il Comune e le forze dell’ordine saranno al loro fianco”