“Mandamento Lucca Sicula – Ribera”: confermate tre misure cautelari

I giudici del Tribunale del Riesame hanno rigettato i ricorsi dei difensori e hanno confermato la misura preventiva della custodia cautelare in carcere a carico di tre dei sette indagati nell’ambito dell’operazione dei Carabinieri del Comando provinciale di Agrigento lo scorso 8 marzo su presunti esponenti, anche di vertice, del mandamento mafioso di Lucca Sicula e Ribera. In particolare è stata rigettata la richiesta di revoca della misura cautelare per Francesco Caramazza, 51 anni, di Favara, Antonio Perricone, 53 anni, di Lucca Sicula, e Alberto Provenzano, 59 anni, di Burgio.