A Palermo, al palazzo di giustizia, in Corte d’Appello, è stata fissata al prossimo 3 aprile la prima data del processo di secondo grado a carico dell’ex sindaco di Agrigento e senatore, Calogero Sodano, già assolto in primo grado dall’imputazione di concorso esterno all’associazione mafiosa. Secondo il sostituto procuratore generale Giuseppe Fici, l’elezione di Sodano a sindaco di Agrigento nel 1993 sarebbe stata favorita, sulla base di un presunto accordo, dalle famiglie mafiose agrigentine. In primo grado Fici ha invocato la condanna di Sodano a 8 anni di reclusione. Il giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Palermo, Sergio Ziino, a conclusione del giudizio abbreviato, il 29 giugno del 2016 lo ha assolto “perché il fatto non sussiste”.

Rispondi