RACALMUTO RIPARTE solo se riduciamo drasticamente l’odiosa ed illegale tassa sui rifiuti, applicata anche alle case disabitate e con recuperi coattivi insopportabili. Chi si candida oggi con lo schieramento del sindaco uscente o sostenendo i vari Maniglia o Leone, sono gli stessi che tutti quanti assieme hanno disamministrato il nostro paese. Ci hanno sommerso di tasse comunali che sono il quadruplo della media nazionale, ci hanno fatto circolare per 5 anni lungo delle strade ridotte in macerie, a partire dalla circonvallazione e dagli ingressi del paese od ancora dalla Racalmuto- Montedoro. Hanno chiuso il Teatro, non sono riusciti a far riaprire il Palazzetto dello Sport, hanno chiuso un asilo nido comunale, non sono riusciti a dare in gestione la piscina comunale di via Filippo Villa. Hanno ostacolato tutti i bar e gli esercizi pubblici che volevano rianimare Racalmuto con le loro attività, hanno assistito inermi alla chiusura di una miriade di attività imprenditoriali che davano lavoro a centinaia di persone. Non hanno mai elaborato un progetto di sviluppo a favore delle imprese locali facendo fuggire via, per la disperazione, più di mille Racalmutesi in cerca di lavoro. Oggi si ripropongono con tre candidati a sindaco che sono la personificazione del nulla. Col nostro voto, partendo dal basso, abbiamo l’opportunità di mandare a casa tutti quanti questi mestieranti della politica locale che hanno saputo produrre solo tasse ingiuste ed illegali, fame e disoccupazione. ‘RACALMUTO RIPARTE’ grazie alla nostra rivoluzione gentile, alla rivolta di un Popolo, quello Racalmutese, schiacciato sotto il peso dei soprusi e delle angherie e che intende dire basta a chi ha tradito la nostra Comunità. Entro questa settimana completeremo la lista dei 12 candidati al Consiglio Comunale e designeremo gli assessori da nominare.
Per partecipare con noi alla competizione elettorale del 28 aprile prossimo potete contattarmi al 3357677017.

Rispondi