A Belmonte Mezzagno, in provincia di Palermo, i Carabinieri, coordinati dalla Procura antimafia di Palermo, hanno arrestato Salvatore Tumminia, appena scarcerato dopo una condanna a 16 di reclusione, e ritenuto il nuovo boss del paese dove in meno di un anno sono accaduti due omicidi e un tentato omicidio. Tra gli arrestati vi è anche Giuseppe Benigno, che lo scorso 2 dicembre, alla guida di un’automobile, è stato affiancato da due persone che gli hanno sparato 9 colpi di pistola. Lui nel frattempo si è rifugiato da parenti nel Mantovano. Altri due, già ai domiciliari, sono stati raggiunti dall’ordinanza di custodia per estorsione aggravata dal metodo mafioso. Si tratta di Stefano Casella e Antonino Tumminia.

Rispondi