Gli stereotipi sono duri a morire, soprattutto quelli che riguardano il meridione e la Sicilia.
Nonostante la nostra Terra sia tra le mete preferite dai turisti italiani e stranieri, c’è ancora chi pensa che l’antica Trinacria sia un’isola dove imperano soltanto malaffare e sopraffazione.

Un posto insomma bello da visitare, ma nel quale sarebbe meglio non vivere. Un luogo quasi abbandonato a se stesso, dove gli abitanti non fanno nulla per cambiare, dove tutto è estremamente difficile.

E se ormai non fanno più notizia, perché diffusissimi, i souvenir che raffigurano il mafioso con tanto di baffi, coppola e lupara in mano, o quelli che ritraggono il famoso Marlon Brando nel “Il Padrino”, ai tempi di internet e del mondo globalizzato la discriminazione corre anche online.

Quante volte, viaggiando in Italia o all’estero, e dando notizie sulla nostra provenienza, ci siamo sentiti dire, con tono perentorio, che “in Sicilia c’è la mafia”?. A tutti i siciliani sarà capitato almeno una volta nella vita, nonostante la nostra voglia di riscatto.

Ebbene, c’è un sito internet nel quale viene scritto che “Palermo è una città con problemi di Mafia”.
Ad imbattersi in questa espressione, e a denunciare la diffusione dell’ennesimo stereotipo contro la Sicilia, è il blog Rosalio.

 

blogsicilia

Rispondi