LIBIA – UN ELIPORTO PER GLI AMAZIGH

Un  progetto per l’assistenzamedica d’urgenza.

 

A soli 20 chilometri dal confine Tunisino, sulla strada per Tripoli e poco prima del grande porto di Zuwara c’è un’ isola-penisola che si allunga per 8 -10 km parallela alla costa, a circa 2 km di distanza dalla battigia delle spiagge di Abu Kammash.

Si tratta dell’isola di Farwah che si trova giusto di fronte alla cittadina di Abu Kammash ed al suo piccolo porto di pescatori.

Sull’isola, già dai primi anni del periodo fascista, è operativo un faro di aiuto alla navigazione e, nelle sue adiacenze, vi sono diverse piccole costruzioni atte al riparo del personale di guardia.

Tutta l’area si trova, da sempre, nella zona del popolo degli Amazigh, ovvero i Berberi.

Nell’anno 2004 sotto il regime di Gheddafi era stato sviluppato un progetto per realizzareun’ importante campo da golf, con le relative strutture di accoglienza per i turisti.

Ma il progetto non fu mai realizzato.

Dieci anni dopo, nel 2014, al fine di garantire un servizio medico di emergenza per la popolazione Berbera, era stato sviluppato il progetto per realizzare un eliporto per  i collegamenti tra piccoli villaggi sparsi sul vasto territorio berbero e icentri di assistenza medica di Tripoli.

Anche questo interessante progetto non fu mai realizzato..

In questi mesi è tornata di urgente necessità l’ipotesi di realizzare una piccola base  con un paio di elicotteri per voli umanitari e per  i collegamenti per le urgenze mediche di tutta questa grande area della regione Berbera..  Maggiori informazioni su questa notizia :  http://www.triskav.com/farwah.html

         

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: