Nell’ambito dell’inchiesta antidroga della Squadra Mobile di Agrigento, intitolata “Casuzza”, tra Agrigento, Favara e Canicattì, il pubblico ministero, Gloria Andreoli, ha chiesto al Tribunale 9 condanne a carico di altrettanti imputati giudicati in abbreviato: 2 anni e 6 mesi di reclusione per Michele Bongiorno, 30 anni; 4 anni per Cristina Schembri, 24 anni; 3 anni e 8 mesi per Floriana Pia Pullara, 21 anni; 10 mesi per Alisea D’Ippolito, 20 anni; 1 anno e 4 mesi per Giovanni Lombardo, 27 anni; 3 anni e 1 mese per Antonio Sciortino, 45 anni; 2 anni e 3 mesi per Calogero Sorce, 28 anni; 3 anni e 1 mese per Angelo Stagno, 28 anni; e 10 mesi per Domenico Stagno. Gabriele Gramaglia, 25 anni, e Carmelo Papia, 34 anni, hanno chiesto di patteggiare. La richiesta di rinvio a giudizio, in mancanza della scelta di rito alternativo, pende ancora su Vanessa Fallea, 29 anni, Alexsandru Adonis Hoamea, 29 anni e Bah Ousmane, 21 anni.

Rispondi