Il questore di Palermo, Renato Cortese, ha emesso un provvedimento di ammonimento, che è una sorta di cartellino giallo sportivo, a carico di una ragazzina di 14 anni della provincia di Palermo. Lei ha inserito il numero telefonico di una sua coetanea in un annuncio online per prestazioni sessuali. E’ stato un atto di cyber bullismo. La ragazzina è stata così travolta da messaggi a sfondo sessuale, richieste di incontri, ingiurie e offese. La coetanea della 14enne “bulla”, dopo l’annuncio, si è sempre più chiusa in se stessa, in uno stato di prostrazione.
Il provvedimento è stato notificato innanzi ai genitori della ragazzina dopo le indagini della divisione anticrimine della Questura.
Adesso la 14enne rischia di incorrere in gravi responsabilità penali. Oltretutto, dopo l’ammonimento, se dovesse perpetrare altri atti di cyber bullismo, in caso di condanna sarà sensibilmente aumentata la pena.

Rispondi