Fieno e grano distrutto in un incendio a Caltavuturo (Pa). Servono controlli !

Arriva il grande caldo e arrivano anche i primi incendi “sostanziosi” nel territorio siciliano. Questo si aggiunge ai disagi della scorsa settimana nel territorio di Ragusa con le inondazioni dovute alle forti piogge, mentre in contrapposizione dopo qualche settimana si mettono in evidenzia gli incendi di questi giorni e parliamo del territorio palermitano. Si aggrava ancor di più il fatto che a farne le spese è il grano e fieno nel territorio di Caltavuturo, ove sono stati bruciati ettari di campo coltivato che spinto dal vento di scirocco ha messo in ginocchio l’agricoltura delle Madonie.

Si è fatta sentire la Coldiretti Sicilia nella voce del presidente Ferreri che, giustamente, chiama a raccolta il governo regionale, mentendo in atto che, si devono prendere dei provvedimenti sopratutto nel controllo delle campagne che rischiano sempre di più di perdere il controllo dei lavori che si effettuano da tanti lavoratori e non trovano risultati se si evidenziano tali problemi.

Terra che deve essere rivisitata e rispolverata da provvedimenti che devono mettere in sicurezza il lavoro dei campi, aumentando la vigilanza e la prevenzione con controlli che certamente possono essere effettuati dai Forestali se, si pensa di allargare le competenze e le giornate ai singoli lavoratori.

Ma forse per questo si deve ancora aspettare, visto le difficoltà e la voglia di non cambiare, nonostante le parole del governo sbandierano ….il faremo …!

Antonio David – ForestaliNews

Rispondi