Il ministero dell’Interno ha sospeso il bando per la costruzione di un hotspot per migranti ad Augusta. Così ha annunciato, nel corso di una visita al Comune di Augusta, il sottosegretario all’Interno, Carlo Sibilia, del Movimento 5 Stelle. E Sibilia ha affermato: “Facciamo ripartire il porto commerciale di Augusta e stoppiamo definitivamente l’hotspot. Si tratta di 2 milioni e mezzo di euro che saranno dirottati in altre strutture. L’area del porto commerciale di oltre 9mila metri quadrati, che dal 2013 è stata usata come centro per l’identificazione dei migranti e che avrebbe dovuto ospitare un hotspot, sarà destinata solo per gli operatori portuali. Restituiamo un’area commerciale al porto di Augusta, ed è un’area che non poteva fatturare perchè impegnata nella mala gestione per il flusso incontrollato dei migranti. Quello che era un business della criminalità organizzata oggi torna a disposizione della città. Porterà quel fatturato e quei posti di lavori di cui ha bisogno la Sicilia. Il nostro obiettivo primario è non sprecare denaro pubblico”.

Rispondi