A Messina i Carabinieri hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto, convalidato dal Tribunale, un sospettato della morte della clochard Concetta Gioè, 68 anni, uccisa ieri innanzi alla chiesa di Santa Caterina a Messina. Si tratta di un altro clochard, Pietro Miduri, 70 anni, pregiudicato originario di Furci Siculo che nel 1974 si rese autore di un altro omicidio. Ad incastrarlo sarebbero le immagini dei sistemi di sorveglianza nella zona. Secondo quanto ricostruito dai Carabinieri, tra l’arrestato e la vittima vi sarebbe stata una violenta lite: l’uomo avrebbe colpito la donna con un coltello 12 volte e uno dei fendenti le avrebbe reciso la giugulare causandone la morte. La clochard, che ha un marito e tre figli, era originaria di Palermo, da dove era andata via scegliendo di vivere in strada. Dopo l’autopsia, il corpo della donna sarà restituito ai familiari.

Rispondi