I Carabinieri della Compagnia di Termini Imerese, in provincia di Palermo, hanno arrestato ai domiciliari, per coltivazione a fine di spaccio di sostanza stupefacente e furto aggravato, due trentenni palermitani. I militari, nel corso di un mirato servizio antidroga, li hanno sorpresi all’interno di un’abitazione rurale in contrada Costa Mendola a Trabia, dove è stata seminata una serra con 170 piante, alte circa un metro, di cannabis indica in vaso, con un sistema di lampade per la coltivazione al chiuso, un impianto di areazione e videosorveglianza a distanza. Riscontrato anche un allaccio abusivo alla rete elettrica. Le piante sequestrate, che avrebbero potuto fruttare svariate centinaia di migliaia di euro, sono state campionate e inviate al laboratorio analisi del Comando provinciale di Palermo per le analisi di rito e la quantificazione del principio attivo.

Rispondi