Intoppi alle udienze in ordinario e abbreviato nei processi sul cosiddetto “Sistema Montante”. Marco Venturi impossibilitato a testimoniare. Antonello Montante è in cura a Torino.

Innanzi al Tribunale di Caltanissetta si è svolta un’altra udienza del processo ordinario, tecnicamente il “Cuva più 16”, a carico di 17 imputati nell’ambito dell’inchiesta sul cosiddetto “Sistema Montante”, presunti gregari dell’ex presidente di Confindustria Sicilia Antonello Montante. Ebbene, in calendario è stato l’esame di uno dei principali testimoni citati dalla Procura, ovvero l’ex assessore regionale alle Attività Produttive, Marco Venturi. Lui, però, ha recapitato al Tribunale, presieduto da Francesco D’Arrigo, la comunicazione di essere impossibilitato a presentarsi per precedenti impegni di lavoro a Roma dove avrebbe dovuto incontrare alcuni dirigenti di importanti aziende. Nella giustificazione presentata, l’imprenditore nisseno ha allegato le copie dei biglietti aerei del viaggio a Roma. Il presidente D’Arrigo prima ha letto e poi ha poggiato la stessa giustificazione sul tavolo del pubblico ministero Massimo Trifirò, e lo ha invitato a mostrare in occasione della prossima udienza la copia dell’atto di citazione a testimoniare inviato a Venturi, per verificare se il viaggio di lavoro a Roma è stato organizzato prima o dopo la comunicazione per testimoniare ricevuta dalla Procura nissena. A seguito di tale accertamento, il giudice D’Arrigo deciderà se multare o no Marco Venturi per l’assenza. Poi il dibattimento è proseguito con la richiesta dell’avvocato Giuseppe Dacquì, difensore degli imputati Letterio Romeo, colonnello dei Carabinieri, ed Ettore Orfanello, maggiore della Guardia di Finanza, di produrre agli atti la copia di una sentenza del Tar del 2013 relativa a una controversia legale dell’ex presidente dell’Irsap, l’Istituto regionale per lo sviluppo delle attività produttive, Alfonso Cicero, su una vicenda da lui riferita nel corso delle precedenti udienze. Anche l’avvocato Annalisa Petitto, che assiste Cicero parte civile in giudizio, si è riservata di produrre dei documenti relativi a quanto emerso durante il precedente contro-esame di Alfonso Cicero. La prossima udienza è attesa sabato 20 novembre quando, a meno di altri imprevisti, sarà ascoltato Marco Venturi. Tra i 17 imputati, oltre Romeo e Orfanello, vi sono anche l’ex presidente del Senato Renato Schifani, il tributarista Angelo Cuva, l’ex direttore dell’Aisi servizi segreti civili Arturo Esposito, l’ex caporeparto dello stesso Aisi, Andrea Cavacece, il dirigente nazionale di Confindustria, Carlo La Rotonda, e l’imprenditore Massimo Romano. Nel frattempo, sabato prossimo, 30 ottobre, ancora a Caltanissetta, in Corte d’Appello, si svolgerà un’altra udienza del processo di secondo grado in abbreviato a carico di Antonello Montante e di altri quattro imputati già condannati in primo grado il 19 maggio del 2019 dal Tribunale presieduto dal giudice Graziella Luparello. La precedente udienza è stata rinviata per l’assenza di Antonello Montante, ricoverato in una struttura sanitaria. La Corte ha chiesto all’Ospedale “Mauriziano” di Torino, dove Montante è in cura, di fornire una relazione dettagliata sulla patologia dell’imputato.

teleacras angelo ruoppolo

Rispondi