I Carabinieri del Nil, il Nucleo ispettorato del Lavoro, del Comando provinciale di Agrigento, hanno denunciato alla Procura di Agrigento tre lavoratori in nero nonostante percepissero il reddito di cittadinanza. Due restituiranno 7.500 euro ciascuno, e il terzo 1.300 euro. A Canicattì, due, marito e moglie, 56 e 52 anni, sono stati sorpresi a lavorare in nero in un panificio. Solo lui è risultato percettore del reddito di cittadinanza. Ancora a Canicattì un altro lavoratore in nero, di 57 anni, col reddito di cittadinanza, è stato scoperto in un altro panificio. A Santo Stefano di Quisquina il denunciato è un uomo di 25 anni, lavorante in nero e col reddito di cittadinanza in un cantiere edile.

Rispondi