I Carabinieri della Compagnia di Alcamo, in provincia di Trapani, hanno notificato 14 misure cautelari ad altrettanti indagati, a vario titolo, di corruzione per atti contrari ai doveri d’ufficio e traffico di influenze illecite. Uno in carcere, 3 ai domiciliari, e 10 sono stati sottoposti all’obbligo di dimora. Sarebbero state commesse presunte irregolarità nei concorsi in polizia e nei vigili del fuoco. Uno degli indagati, sfruttando le proprie conoscenze all’interno delle amministrazioni pubbliche e la sua nomina in una sottocommissione di esame, si sarebbe impegnato a sponsorizzare alcuni partecipanti a concorsi pubblici. Se poi il candidato avesse vinto il concorso, avrebbe dovuto pagare. Ad Alcamo vi è un’apposita scuola di preparazione per concorsi. Tra i soggetti coinvolti vi sono 10 dipendenti della Polizia e dei Vigili del Fuoco. Le indagini sono iniziate a seguito di alcuni esposti dei sindacati di base dei vigili del fuoco. Gli investigatori hanno accertato la presenza nella graduatoria finale di approvazione dei risultati del concorso per vigili del fuoco di tutti i nominativi riportati nell’elenco sequestrato a casa di uno degli indagati.

Rispondi