E’ stato trovato morto, nella sua cella del carcere di Palermo, Paolo Cugno, 32 anni, l’uomo di Canicattini Bagni, in provincia di Siracusa, già condannato con sentenza definitiva a 30 anni di carcere per avere ucciso la compagna, Laura Petrolito, 20 anni, il 17 marzo del 2018. Il pubblico ministero, Claudio Camilleri, ha già disposto l’autopsia sul cadavere. Furono 16 le coltellate inferte sul corpo della giovane vittima, poi gettata in un pozzo artesiano. L’efferato delitto sarebbe stato commesso per la presunta gelosia di Laura Petrolito nei confronti di Cugno. La coppia aveva un bambino.

Rispondi