0 1 minuto 6 giorni

Lo scorso 23 giugno i Carabinieri del Comando provinciale di Agrigento hanno arrestato tre indagati di rapina, estorsione, violenza privata, danneggiamento e violazione di domicilio. In carcere Gabriele Minio, 36 anni, di Raffadali. Ai domiciliari Giuseppe Casà, 28 anni, e Samuel Donzì, 23 anni, entrambi di Agrigento. Un minorenne di Agrigento è indagato a piede libero. Secondo quanto contestato dal sostituto procuratore, Alessia Battaglia, i quattro, nel maggio scorso, avrebbero minacciato di morte un’intera famiglia (padre, madre e due figli minori) affinchè sgomberassero la loro casa, un appartamento a Raffadali, per appropriarsene, tra insulti, minacce, tentativi di effrazione e colpi di pistola contro la loro auto. Ebbene adesso accogliendo il ricorso dei difensori, gli avvocati Annalisa Russello e Fabio Inglima Modica, il Tribunale del Riesame ha annullato l’ordinanza di arresto ai domiciliari a favore di Donzì, restituendogli dunque la libertà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *