Category Archives: Mafia

“Messina Denaro”: nuove prove a carico del geometra Bonafede

La Procura di Palermo ha depositato nuove prove a carico di Andrea Bonafede, il geometra di Campobello di Mazara che ha prestato la sua identità a Matteo Messina Denaro fino al giorno della cattura del boss. Attualmente Bonafede è sotto processo abbreviato per associazione mafiosa. Le prove depositate testimoniano che…

Depistaggio Borsellino”, parola alla difesa

Al processo d’Appello sul depistaggio delle indagini dopo la morte di Paolo Borsellino sono iniziate le arringhe difensive. L’intervento dell’avvocato Seminara. Al processo di secondo grado in corso innanzi alla Corte d’Appello di Caltanissetta sul depistaggio delle indagini dopo la strage di via D’Amelio contro il giudice Paolo Borsellino, la…

“Messina Denaro”, ancora non mafiosi ma favoreggiatori

Dopo Cosimo Leone, anche a Leonardo Gulotta il reato di mafia è stato derubricato in favoreggiamento aggravato verso Matteo Messina Denaro. L’episodio del posto di blocco a Mazara del Vallo. Lo scorso 27 marzo sono stati arrestati dai Carabinieri del Ros altri tre presunti fiancheggiatori di Matteo Messina Denaro latitante:…

Mafia. I misteri del caso Ilardo: dibattito a Catania nel 28° dall’eliminazione della fonte “Oriente”

Catania, 6 maggio 2024 – Sono trascorsi 28 anni dall’eliminazione di Luigi Ilardo, nome in codice Oriente – l’uomo di cosa nostra nissena vicino a boss Bernardo Provenzano che aveva deciso di collaborare con i carabinieri – ma che, appunto, fu ucciso pochi giorni prima della formalizzazione della sua collaborazione…

La pistola nascosta da Messina Denaro

Un revolver “Smith & Wesson” calibro 38 special è stato trovato pochi giorni dopo l’arresto (ma la notizia è trapelata adesso) in un vano occultato nel covo di Matteo Messina Denaro a Campobello di Mazara. L’arma è stata nascosta dietro un pannello, sotto il forno della cucina. Accanto alla pistola…

Nino Madonia: no a revoca 41 bis

La Cassazione ha negato la revoca del 41 bis a carico del boss ergastolano pluri – omicida Nino Madonia: “La sua famiglia è ancora operativa nel territorio”. Il boss palermitano del mandamento di Resuttana, Nino Madonia, è settantenne, ha collezionato una raffica di ergastoli, però adesso la sua difesa sostiene…

Scalpore e polemiche per i 25 anni di matrimonio di un boss a Palermo

Ha sollevato scalpore e polemiche a Palermo e non solo la celebrazione dei 25 anni di matrimonio del boss Tommaso Lo Presti e della moglie Teresa Marino, entrambi già condannati per mafia, nella chiesa di San Domenico, nel cuore del mandamento di Porta Nuova di cui Lo Presti sarebbe stato…

Messina Denaro su Facebook e Instagram

Emergono altri particolari sulla latitanza di Matteo Messina Denaro: tra l’altro anche un account su Facebook e su Instagram intestato al dottor Francesco Averna. Nonostante la morte emergono altri particolari curiosi e di interesse investigativo sulla latitanza trentennale di Matteo Messina Denaro. Ad esempio, tra le persone ascoltate dopo la…

“Depistaggio Borsellino”: da oggi parola alle parti civili

Da oggi al palazzo della giustizia di Caltanissetta, al processo d’appello sul depistaggio delle indagini dopo la strage di via D’Amelio contro il giudice Borsellino, intervengono le parti civili. Gli imputati sono i poliziotti Mario Bo, Fabrizio Mattei e Michele Ribaudo, ai quali si contesta il reato di calunnia aggravata…

“Messina Denaro”, l’affiliazione e il “venerdì nero”

L’8 ottobre ’81 dell’affiliazione di Messina Denaro e la coincidenza del “venerdì nero” a Palermo con 5 omicidi lo stesso giorno. No ai domiciliari al secondo Bonafede. Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Palermo ha risposto “no” all’istanza di concessione degli arresti domiciliari ad Andrea Bonafede, l’operaio…

“Messina Denaro”: concessi i domiciliari a Cosimo Leone

Il Tribunale del Riesame di Palermo ha concesso gli arresti domiciliari a Cosimo Leone, tecnico radiologo all’ospedale di Mazara del Vallo, indagato di avere aiutato Matteo Messina Denaro accelerando le procedure per sottoporlo agli esami clinici nel 2020 successivi alla diagnosi di cancro. Leone avrebbe inoltre consegnato al boss in…

Un certificato medico incastrerebbe Tumbarello

Nell’ambito dell’inchiesta e del relativo processo a carico del medico di Campobello di Mazara, Alfonso Tumbarello, ovvero colui che avrebbe firmato le prescrizioni sanitarie e le ricette a Matteo Messina Denaro durante la latitanza e la malattia, il pubblico ministero Gianluca De Leo ha prodotto in udienza un certificato medico…